Che dire, dopo questo lungo weekend fatto di pause e riprese stanche è finalmente Lunedì ore 5:58:00:00, si ricomincia ma prima butto giù due righe, prima di vestirmi, salire in auto e prendere la tange, prima delle mie otto ore.

Prima di tutto questo vorrei riflettere su una cosa che mi sta particolarmente a cuore, ovvero quell’attitudine di certe persone a concentrarsi poco, preoccuparsi tanto e accettare tutto ciò che passa così, favorevolmente!

Che non dico sia sbagliato ma è anche giusto ponderare, amare ciò che si fa, amare le proprie azioni, parole, inclinazioni, bisogna maturare e ad un certo punto, diventare punto di riferimento per qualcuno, essere appoggio e appoggiarsi a qualcuno che non c’è mai niente di male.

A mio modestissimo avviso occorre tirarsi su, perché non manca mai di lavorare o darsi da fare per qualcosa, è una lunga strenua battaglia che qualcuno deve pur fare, con la propria vita, giorno per giorno.

Bisogna migliorarsi e bisogna farlo già da adesso, ora e qui, bisogna attaccare con tutte le proprie forze questo abbandono perché non va bene; dai, sarà lunga probabilmente ma dobbiamo farlo e allora facciamolo insieme visto che ci siamo!

Le cose poi vengono da sé, ma cerchiamo di dargli un significato che è più divertente, al pieno delle nostre potenzialità, come piacerebbe a te, perché si lo so che ti piacerebbe.

Questo è il futuro, perché non si può vivere nel passato, perché il passato non può e non deve tornare, in alcun modo, abbiamo tutto ciò che ci serve nel presente e non abbiamo bisogno di altro. Dobbiamo imparare a vivere così, in armonia facendo il meglio per noi, sei una maestra in questo, ne sono sicuro!

Tanta motivazione ne hai, non serve altro, viviamocela bene che a far la guerra c’è sempre tempo.

Io da parte mia prometto di rispettarti, accompagnarti e volerti sempre bene, trasformiamo insieme tutto questo e a testa alta procediamo!

Sfoghiamoci, asciughiamoci le lacrime e andiamo oltre, con tanta consapevolezza e coraggio.

Sono tempi duri per tutti, per chi più, per chi meno, tutti in attesa di una chiamata o no, tutti pronti per tempi migliori o no, tutti in piedi perché è così che si sta, con autorevolezza, favorevolmente.

Non basta arrabbiarsi e urlare in faccia alla gente, bisogna ponderare i propri pensieri perché c’è sempre il modo giusto di fare le cose, qualcuno da proteggere e non è questione di attitudine, bisogna sudarsela questa realtà, bisogna crederci fino in fondo, tranquilli andrà tutto bene.

Certo le situazioni non sempre sono semplici, a volte il livello di complessità è veramente altissimo, ma mai demordere, andare in fondo, sempre, questo dev’essere il primo comandamento se veramente vuoi fare qualcosa di buono.

Molto spesso siamo circondati da esempi non proprio corretti e trovare fonte di ispirazione non è semplice ma tu, in tenuta da antisommossa combatti le tue battaglie, potresti anche farcela.

Ne sono convinto, bisogna tentare, credo non ci sia altra soluzione.

Ci leggiamo Venerdì!

3.000 Caratteri Spazi Inclusi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

About L'Impiegato (Un Pò Sfigato) In Carriera

"Una Vita Sola Non Basta"

Latest Posts By L'Impiegato (Un Pò Sfigato) In Carriera

Categoria

Biography