Eccoci arrivati alla week 21, ne mancano ormai 31 a Capodanno e 12 giorni all’Aid (l’ultimo giorno di Ramadan). Per chi se lo stesse chiedendo in questo momento, No, non sono musulmano e a questo punto potrei svelare dettagli personali sul vostro blogger preferito: Il Vero Impiegato Un Po’ Sfigato, ma eviterei con buona pace di chi legge interessato, così evito di annoiarvi. Vorrei invece parlarvi di una cosa che mi sta a cuore e che penso molto fortemente sia degna di nota. Io col mio blog sto facendo un viaggio, e si sa, gli imprevisti sono all’ordine del giorno, quindi: datemi retta un solo secondo. Non è molto lungo un secondo, in un secondo può anche scorrerti la tua intera vita davanti agli occhi.

Ieri sera ho avuto un momento sigaretta veramente importante, mi sono sentito come il protagonista assoluto del film Sliding Doors: mi sono chiesto e domandato, cosa sarebbe veramente successo se nella mia vita avessi fatto una cosa piuttosto che un’altra. Oddio se solo avessi affittato quella casa, oddio se solo quella ragazza non mi avesse lasciato, oddio se mi fossi dato un’occhiata prima allo specchio prima di uscire di casa stamattina. Niente da fare. A quella casa ho fatto dare la vernice alle mura, compresi i termosifoni, quella ragazza mi ha lasciato e no allo specchio proprio non mi ci sono guardato.

Mi sono davvero sentito come quando ero solo e senza soldi, sbigottito è dire poco. E per restare in tema cinefilo rimango ancora sorridente a quattro palmenti alla ricerca della felicità. Tutto sarebbe cambiato e io probabilmente non avrei passato i brutti momenti a cui sono andato incontro. Tutto deve ancora cambiare e io non lo voglio più fare, o per meglio dire, proprio non posso. Questo è quanto. Non posso più permettermi di restare alla canna del gas, non posso più essere ciò che la gente da me si aspetta che io sia.

Devo pensare a me stesso adesso, devo pensare alla mia vita.

Dicono che dagli errori si impari, il più furbo vince. O almeno crede, la realtà è un’altra. La realtà è che tutti noi ci dobbiamo ascoltare e procedere dritti fino alla meta senza troppi indugi, senza incertezze, perché mi hanno detto, ed è vero, che se ci credi, ci riesci. E io muoio dalla voglia di riuscire nei miei obiettivi, devo farcela. Non sarà bello, non sarà facile, ma ci devo riuscire. Me lo sono posto come obiettivo. Mi sono fatto una promessa una volta, dovrei mantenerla. Ciò che manca adesso non mancherà in futuro, ne sono convinto. E mi dispiace per chi non ci riuscisse, perché a pensare male si fa sempre centro. Il buono di tutto questo è la vincita o la rivalsa: la vittoria su te stesso, i tuoi problemi, le tue paure, i tuoi dubbi. Se anche voi ci riuscite, per favore lasciatemi un segno, prima o poi ci confronteremo.

Guardo la luna e dico: che bella luna.

Guardiamoci meno attorno e pensiamo più a noi stessi. 

Ci rileggiamo la settimana prossima, buona settimana people.

3.000 Caratteri Spazi Inclusi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

About L'Impiegato (Un Pò Sfigato) In Carriera

"Una Vita Sola Non Basta"

Latest Posts By L'Impiegato (Un Pò Sfigato) In Carriera

Categoria

Senza categoria