Sciopero Nazionale

Come vanno le cose? Le cose vanno sempre così come vorresti che andassero, sempre meglio.

E’ ora di dire basta, o meglio è ora di impegnarci seriamente per un cambiamento.

Quando tutto turnica vorticosamente è ora di tirare fuori tutto il coraggio che uno ha dentro e provare a far sentire la propria voce. Occorre fermarsi un attimo e ragionare, bisogna ffarsi rispettare con un bel sorriso in faccia. E’ finita l’epoca dei massimi sistemi. E’ finito quel tempo in cui non si può pensare liberamente.

Il vostro Impiegato preferito è giunto in uno di quei momenti in cui i gradini li percorre due alla volta, con forza, impegno e determinazione.

Se penso a quante cose ho rinunciato e continuo a rinunciare…se penso a quanto sono felice e quanto lo vorrei essere ancora di più.

E’ come un viaggio, una relazione, uno sciopero. Questo Venerdì si resta a casa a scioperare, si perché il sindacato nazionale dei Metalmeccanici ha deciso di fermare tutto. Okay, non è il massimo stare a casa mentre la maggior parte dei tuoi colleghi comunque si reca in ufficio a lavorare. Non fai una bella figura con quelli del personale, né tanto meno coi tuoi capi, ma io credo davvero nella causa. Motivi per scioperare ce ne sono sempre, quelli non mancano mai. E poi fare il foglio delle assenze, che quello è il minimo, non porta via troppo tempo…l’unica cosa è che sancisce che per quel giorno l’impiegato ### per il mese corrente percepirà uno stipendio decurtato di una giornata lavorativa: otto ore in tutto. Bhè a conti fatti, direi che ogni tanto bisognerebbe rinunciare a qualcosa. La lotta, la resistenza, le manifestazioni in piazza, a qualcosa servono. Eccome se servono, servono come dicevo prima a far sentire la propria voce in un silenzio assordante.

Noi comuni mortali abbiamo di che da dire e da fare, per chi come noi ha una gran voglia di farsi sentire. Bene, i numeri li abbiamo:

#1 i padroni senza di noi cosa sono?

#2 a casa abbiamo delle famiglie

#3 bisogna sempre pensare al futuro, cambiando nel presente e imparando dal passato

Poniti un obiettivo, prima di diventare tu l’obiettivo, è questo che mi sento ripetere. Io penso che in tutto questo marasma, le occasioni perdute, sono andate e ce ne si deve fare una ragione. Prima o poi si troverà quell’occasione che ti cambierà la vita e ti farà sorridere dentro come non hai mai fatto. Bene, in attesa di quel magico momento nel mentre ci sono un sacco di altre cose, tra cui ad esempio il lavoro.

Qualcuno mi consigliò di lavorare, qualcun’altra di scioperare, io ho scelto di scioperare, è una forma di lavoro anche questo in fondo. Il sindacato fa parte della compagine degli attori coinvolti nell’attività lavorativa e permette di esprimere un disappunto reale o percepito che comunque deve essere espresso in qualche modo. Altrimenti è giusto che sia così? Tutti in fila alla follatrice come Fantozzi.

Non è per farmi vedere, o farmi bello, è un mio diritto.

 

Alla settimana prossima, ma ciaooo.

3.000 Caratteri Spazi Inclusi

Pubblicato da L'Impiegato In Carriera

"Una Vita Sola Non Basta"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: