Prudenza

Non posso rinunciare a te, sei l’unica cosa bella che ho. Le ossessioni sono tante, il discorso è il solito. Siamo a 3 giri, 1 sicuramente è andato. Prudenza. Correttezza. Sono le uniche cose di cui ho bisogno adesso. Non mi hanno mai detto quanto sarebbe stato difficile presentarmi a te. Vado e vengo costantemente e resto e trovo le parole giuste da dirti e non ho bisogno di altro. Sono io: ho un disperato bisogno di giocare con te. Ti ho detto ci sono e ci sarò e avrò ancora una volta bisogno di te, come tu di me. Mi piace vederti e vederti sorridere. Sei la mia bimba, resta così. Ieri hai reso questo giovane uomo nel papà più felice di tutti: grazie. Oggi in ufficio l’aria è un po’ tesa, perché le dimensioni contano, ma non sempre questo è necessariamente vero. Fisicamente, mentalmente, naturalmente e finanziariamente occorre stare dietro a qualcosa che non arresterà mai il suo avanzamento. E tutti dietro. Ognuno con la propria, e anche io come posso. Esempi ne ho molti, ma me ne servirebbero anche solo pochi e ben fatti. Scrivo, leggo, ogni tanto mi prendo un caffè e soprattutto parcheggio sotto le telecamere perché si sa: fidarsi è bene e non fidarsi è meglio. Domani mi cambierà la vita e non riesco proprio neanche a immaginarmela. La mattina sarà tutto diverso, la giornata sarà tutta diversa e anche la sera lo sarà. Immaginate voi la notte J Il meteo si alterna e le nuvole oggi ricoprono il cielo, è bello vederle passare. La mattina fa freschino, mentre la sera quando esci è già più o meno buio. Non c’è bisogno che corri, hai tutto quello che ti serve e non ti mancherà di certo in futuro. Sono blocchi interi di vita che scorrono e avanzano. Lavoro ogni giorno della settimana, tranne Sabato e Domenica. Lo spazio che mi circonda mi avvolge, ma la terra sotto ai piedi vacilla. E’ iniziato tutto troppo tempo fa, tutto va bene. Mi piace ripensare a quello che ho trascorso e che sto trascorrendo e ogni tanto provare ad immaginare un domani. So cosa voglio e come fare per ottenerlo, ma ciò che più mi piace è abbracciare ciò che ho e ciò che viene. So già amare e ciò mi basta. Sono tante, molte, troppe le cose che vorrei e che non ho. In ogni caso so e ho imparato come fare a far si che non mi manchi nulla, e questa è la cosa più bella. Avere tutto o avere molto o avere poco o avere niente, poco cambia se sai davvero come fare a rendere la vita un po’ più bella. Rileggersi: è una pratica da tenere in considerazione costante. Una cosa bella e una cosa no: un nome ed un cognome. Un numero di telefono ed un indirizzo. Qualcosa di me, qualcosa di te. Io sono sempre stato così un tipo deciso, sicuro di sé. Ho sempre avuto chi mi vuole bene, ho sempre avuto chi mi odia. E’ come un procedimento legale: mi spiego, siamo tutti coinvolti nel bene e nel male in qualcosa più grosso di noi, ma la vera verità è, a mio modestissimo parere, che non bisogna terminare alle rinunce e all’ottimismo. Trovo il tempo di buttare giù 2 righe.

Ci leggiamo la settimana prossima.

3.041 Caratteri Spazi Inclusi

 

Pubblicato da L'Impiegato In Carriera

"Una Vita Sola Non Basta"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: