A Chi Cerca Lavoro E A Chi Non Lo Vuole

Gli anni più belli della mia vita li ho passati. Il transito dalle Medie ai primi anni del Liceo, Scientifico, e le super vacanze in età adolescenziale, le prime cotte e i primi traumi J, poi la fine del Liceo e il tanto ambito Diploma. L’Università, le ripetizioni date e prese, la Laurea: la Triennale prima e la Specialistica poi. Un’esperienza all’estero di, letteralmente: International Internship; 2 master alla Business School, uno mini e uno Executive, o yeah. Corsi, attestati, certificati, attestazioni e certificazioni di ogni: a carrettate! Hobby, passioni e viaggi con la V maiuscola. 2 Cani, l’acquario e le tartarughe. E giri, tanti, tanti, tanti giri, con una sveglia che suonava tra le 4 e le 5 del mattino e andavo a correre per tenermi in forma e portavo curricula ovunque e ne mandavo decine al giorno e colloqui e incidenti e poi, ad un certo punto, ricevetti una telefonata: pronto?! Si!? È la Regione, stiamo avviando un progetto, le interesserebbe? E così iniziai il corso non retribuito, la selezione ed infine le 8 ore, come quelle di mio padre, solo che le mie erano retribuite 700 Euro al mese. Però dai, mi ero messo 1 pacchetto di Sky e mi sentivo indipendente e felice. Poi affiancai il volontariato e lì trovai un amore, ma non quello vero. Ero giovane e speranzoso, più speranzoso che giovane. Continuavo a cercare ma ero in dubbio tra una vita serena ed umile ed una ricca e felice. Ogni tanto qualche cattiva notizia non mancava. Niente. Dovevo farcela e così fu: un giorno incontrai qualcuno, subito dopo che qualcun altro mi chiamasse: Salve, io sono mister X, questa è l’azienda Alfa, non pensi più all’Omega che vaaa tuuutto beeeneee. E presi coraggio e feci anche questo gesto. Ora di certo non mi posso lamentare proprio di nulla, acqua sotto i ponti ne è passata veramente parecchia, li ho iniziato davvero a vivere, ho conosciuto amici e colleghi, mi sono riaffiancato alla famiglia, non importa se la ragazza mi ebbe lasciato e io stetti male sul serio. Ho riafferrato quello che volente o nolente per la legge delle proporzioni era diventato il circa 20% di buono che avevo fatto nella vita, compresi gli anni da 0 a 5, ghghgh, ne ho persi ancora ancora un paio su per giù e adesso sono qui, davanti al mio PC, dopo aver lavorato tutto il giorno e fatto la pausa pranzo, con il cv rivisto e corretto tra le mani, dopo aver dato un’occhiata alla musica uscita oggi, dopo aver postato su Facebook ed inserito un collegamento su LinkedIn. Anche oggi ho trovato il tempo di scrivere 2 righe, stasera uscirò e prenderò la tangenziale, se non è intasata come al solito, coccolerò la mia bambina e farò 2 moine alla mia ragazza. Continuo a pensare che sarebbe sempre meglio avere un box e porterò a spasso la cagnolina. Forse prenderò un caffè dopo cena, ma sono sicuro che anche stasera non guarderò nulla alla TV e dopo essermi preparato la roba da mettere domani mattina mi coricherò stanco nel letto, come se non ci fosse un futuro, in attesa, che, gli, occhi, si, chiudano, da, sè.

Ci leggiamo la prossima settimana, siamo quasi a metà di questa e poi finalmente c’è il weekend. Godetevela.

3.200 Caratteri Spazi Inclusi

 

Pubblicato da L'Impiegato In Carriera

"Una Vita Sola Non Basta"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: