Ho Spento la Tivvù e mi son messo a Contare: Sono Arrivato a 1!

Dopo il festival di Sanremo, la brexit, le sardine, Maria De Filippi, la Santa Messa alla radio alle 7.30 del mattino e la luce fulminata in salotto, è finalmente giunto quel momento: mi prendo qualche anno di pausa. Di certo continuerò a fare le mie commissioni, lavorare e andare al cinema; continuerò a scrivere sul mio blog, prendere un paio di pizze ogni tanto e tra un po’ andare al cinema. La parola d’ordine sono: baby parking, mobiliere ed esperienza.

Già trovo abbastanza difficile attendere una 40ina di giorni, tu pensa quanti sono 1.096, 12 stagioni e un paio di battute di caccia in più.

In Cina si è diffuso un virus killer e abbiamo un sacco di gente morta che cammina per le strade delle loro città.

Uscire è diventato impraticabile e quest’anno, da un paio di anni a questa parte, per l’estate, non ho ancora programmato nulla. Nulla.

Siamo solo a Febbraio ma veramente non so ancor che fare.

Sogno un posto caldo, vorrei che ne so io, prendere l’auto e andare in un posto fresco, ma non si può fare il bagno.

Pensavo al Nord Europa, per cambiare ogni tanto. Per lavoro mi è capitato di andare in Austria, passando dalla Svizzera. Un posto tipo la Germania non mi dispiacerebbe.

Non vedo l’ora di stendere il telo da qualche parte per prendere il sole. Anche se, a dirla tutta, uno stop forzato, potrebbe anche farmi ricredere.

Ho una data in testa: il 31/7/2020, è un Venerdì, non so se mi piace, conosco un sacco di gente a cui manca qualche Venerdì. E anche qualche Mercoledì.

Poi ho un’altra data, sempre lì, a cui penso: il 31/8/2020, é un Lunedì.

Mancano 173 giorni alla prima e 204 giorni alla seconda.

Dall’inizio del conto alla rovescia ne sono passati ben 13, tredici giorni, mi sembra un’eternità.

L’ultima volta che ho contato i giorni ne sono riusciti a passare ben 107.

Lo so che si capisce poco con tutti questi conteggi, però ho deciso di voler vedere cosa capita in una cifra tonda: facciamo 100!

Quindi 100-13=97 e quindi attendo con ansia il 26 Maggio!

Per il momento mi metto comodo in parrocchia, addobbo una sala, assaggio un paio di salatini, scambio un paio di chiacchiere annoiato con qualcuno e celebro il compleanno più importante di sempre! Ci saranno un sacco di amici e amichetti della mia piccola, un po’ di musica e il sorriso più grande che io conosca. Ci sarà lei, la mamma, e ci sarò io. Ci sarà anche la torta. Il numero fortunato del giorno è l’1. Uno, +1!

Plas uan direbbero gli Inglesi: è ora di riempire la casa di cose belle, solo cose buone e solo persone belle.

Noi siamo pronti, il piatto scotta, rien ne va plus, direbbero in Francia.

Tutto quello di cui ho bisogno adesso è solo e semplicemente godermi questo giorno, 6/7 mesi e nelle peggiori delle ipotesi un paio di anni, tre o poco più.

Io, la mia compagna e la nostra bambina, in ogni caso, un paio di settimane al mare, ce le si fa eh.

E in primavera mi piacerebbe staccare un paio di giorni…intorno a Pasqua magari.

Quest’anno, sinceramente, pensavo meglio.

Ci leggiamo la settimana prossima.

3.098 Caratteri Spazi Inclusi

L'Impiegato In Carriera

"Una Vita Sola Non Basta"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...