Il Tempo Prende, Il Tempo Dà

Era tutto così QUASI perfetto! Come quando la nonna diceva: “manci ke è puono”! Altrimenti…calci in culo, che devi crescere. Anche se in fondo in fondo, rimani sempre un pò come un bambino: in contemplazione del mangiafuoco al Luna Park.

Che poi, come la metti metti è indubbiamente tutto li: in un piccolo pallone arancione, pieno di sabbia. E quindi, neanche a dirlo, sempre come un bimbo, me la gioco così:

…SBOOOOOOOOOOOM…

*millemilionidistelline*

Che poi se ci penso, dentro a quel pallone è la sabbia. A: la sabbia, il mare, le spiagge.

E si, mi sembra logico, ci mancavano pure le spiagge adesso. Madò.

Sarebbe tutto così QUASI perfetto, oddio sarebbe potuto esserlo…sarebbe potuto essere tutto così perfetto.

La faccio breve dai: vorrei solo sapere la verità! È un insieme di elementi, che sommati tutti insieme, mi portano ad un’unica considerazione, ovvero questa: il tempo prende, il tempo dà.

Lo sapete cos’ha fatto quello a me? Spero perlomeno abbia il buon senso di non farsi più vedere: il tempo, un tempo che è anche RITMO.

Nell’attesa di riprendere fiato, lo inganno il tempo e mi faccio anche un paio di risate.

E poi, è quando appoggio la testa al cuscino, quel fottuto nanosecondo che intercorre tra lo chiudere gli occhi ed addormentarsi, dopo una giornata, lunga o corta che sia: una piacevole attesa, ristoratrice.

Le mie scarpe, la mia pelle, le mie idee sono sempre le stesse e anche quello che vorrei fargli fare.

Seguo una serie: Legacies, la trovo simpatica.

Adesso mi prepararo, con la testa sulle spalle ed un sorriso che mi strapperanno.

Niente spiagge, niente code in autostrada, niente abbracci, niente di niente, niente più di tutto questo e come al solito…credo sia colpa mia, credo di essere stato lento, di non essere stato all’altezza. Speriamo col nuovo anno.

Intanto siamo arrivati ad Aprile, il 1°: pesce d’Aprile! Buoni scherzetti casalinghi a tutti, già mi immagino le scene.

Ragazzi e ragazze che non si sprecano più.

Perché è il pesce d’Aprile.

Io sono qui.

Voi dove siete?

Mi piacerebbe sentire una bella storia!

Se vi fa piacere lasciate un commento, lo leggerò volentieri.

Tenendo perfettamente a mente i 3 (TRE) pilastri della mia quotidianità, cioè: la diretta con la D’Urso, due coccoline seduto sul tappeto, caffè-siga e a volte una birretta la sera.

La musica: lei mi sveglia e mi culla un pochino.

Un paio di cuscini sul divano, sulla sedia e perché no anche sul sedile dell’auto, è tutto quello che chiedo ora come ora.

Avanti, andiamo avanti, con lo stare zitti, lo stare a casa, lo stare pronti. A tutto.

La ripresa, vorrei sentir parlare di ripresa. Datemi da fare, fatevi dare da fare.

L’economia! Quanti sogni…

Vorrei farlo…vorrei togliermi uno sfizio. Ma non il panino del porcaro a domicilio, con tutte quelle salse, no. Non il restauro dei soffitti di tutta casa, no, non quello. Non gli Skype accazzo a tutte le ore. Neanche le stories più assurde, no neanche quello.

Anche perché, al momento, le mie cose le conto sulle dita di una mano e guarda caso ho appena deciso che probabilmente andrò a prendermi ciò che mio, o almeno, per iniziare, quello che reputo essere piùccheppiù mio!

P

Ci leggiamo prossimamente

3.206 Caratteri Spazi Inclusi

L'Impiegato In Carriera

"Una Vita Sola Non Basta"

5 risposte a "Il Tempo Prende, Il Tempo Dà"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...