Uomini in Gonnella e Strani Amori

Eccoci dunque nel pieno dell’era digitale! Siamo quelli delle berline e delle bici e delle moto e perche no anche delle supercars. Il nostro motto è: a cosa videogiochiamo oggi? Non parlo molto, figuriamoci con gli estranei. Accumulo cartoni in cantina pregando il cielo di non incontrare nessun vicino mentre rientro. La porta del mio appartamento è spessa e sicura. Oggi è il 1º Maggio, la festa dei lavoratori, tra chat, social e blog il tempo scorre piuttosto piacevolmente. Ho un sacco di cose da fare in realtá, potrei anche suonare un po’ il mio fedele basso Squirr ma l’ampli è nella casa dove stavo prima e per via delle misure restrittive imposte dal decreto presidenziale, non mi è proprio possibile recuperarlo. E sinceramente non mi va neanche tanto di mettermi il segnale in cuffia.

Dovrei approfittarne in realtà per sistemare vecchie carte, fare un po’ di archivio e pianificare il da fare da qui ai prossimi mesi.

Ma come si dice mi sento libero, fin troppo.

A breve ci attaccheranno la fibra e non appena la situazione si rilassa un pochino passerà qualcuno di Sky per l’installazione del decoder. È un Q. Devo dare il bianco ad una mezza parete, manca solo la cucina.

Al momento mi sto arrangiando con un frigo da campeggio, un microonde ed un cuscino bello comodo su cui appoggiare il sederone. Credo di avere chiuso tutto quello che non serviva più in cantina.

Questo è un bel periodo perché si può approfittare per sentire persone che non si sentivano da tempo, come ad esempio i congiunti.

Ah i congiunti! Che bello! Dovremmo organizzare un Glovo di gruppo. In ogni caso, io qui sto!

Nel bene e nel male, nel rosso e nel nero.

Probabilmente chi legge questo blog per la prima volta non mi conosce, non ha la più pallida di cosa io faccia.

Che a dirla tutta, a parte i film più assurdi a partire dalle prime ore del mattino fino a sera inoltrata, nient’altro.

A capodanno mi auguro questo incubo finisca.

-.-

Non vedo l’ora.

Non vedo l’ora di tornare alla quotidiana normalità, non vedo l’ora di poter spegnere tutto, riprendere le redini della mia agenda e buttarmi a capofitto nella mischia per cavarne un ragno dal buco.

A differenza della mia ragazza a noi non hanno dato lo smatwuokking ed esssendo qui un terreno impraticabile, mi ritrovo spesso a pensare a loro. Ma non mi faccio pie illusioni, ci vorrà credo ancora almeno 1 mese, 1 mese e mezzo.

Oggi è il 1º Maggio: la Festa dei Lavoratori! E allora che si festeggi. Il concerto lo fanno su Rai 3, mentre su La 7 trovi quel comico romano che fa la satira.

Ho anche innaffiato il limone e il peperoncino, o meglio, li ho lasciati una mezza giornata sotto l’acquazzone, così dovrebbero essere a posto fino ad Agosto. Facciamo Giugno va.

Che poi anche lì, non è vero, ho un paio di vasi, la terra e qualche semino che potrei sempre mettere a riposare in attesa del germoglio.

Non bevo e non fumo, non sto neanche esagerando col cibo.

Devo addirittura aver perso qualche etto, così sempre in simpatia.

La quarantena del Cov19 continua alla prossima puntata!

Ci leggiamo presto!

3.116 Caratteri Spazi Inclusi

L'Impiegato In Carriera

"Una Vita Sola Non Basta"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...