Giugno Duemila e Venti

Non é mai stato facile scrivere di me, fin da piccolo. Una volta ci sono riuscito, ci stavo riuscendo e poi è naufragato tutto e i commenti a lucido, piuttosto che le anamnesi più spinte.

Ma la vita é tendenzialmente un po’ così, dopo una serie di mille mila peripezie e tarantelle, conosci una e pensi: oh si, mi sono sistemato. Ma in un attimo passi dagli avanzi di galera, agli avanzi di manicomio. Quella lì la lasci e riparti, sul tardino, ovvio.

Facendo due somme veloci alla calcolatrice, ci vogliono, all’incirca 2 mila miliardi per superare questo leggero trauma.

Occorre quel qualcosa che sia io che te sappiamo essere fondamentale. La vena sulla tempia sinistra mi pulsa, si gonfia. Il garage non si allarga, ne si allunga e le innovazioni della domotica sono lì, che aspettano sugli scaffali.

Vorrei abbracciare la mia ragazza, giocare con mia figlia.

Vorrei perdere questi 26 kili di troppo.

La realtà é così morbida, che la si taglia con un grissino.

Qualcuno mi dice una cosa da sempre: é ora, é ora di farlo!!

É giunti quel momento, non si può più aspettare oltre.

Bisogna farlo.

È tutto intorno a te, e te stesso, cambi sapore.

Oggi c’è il sole e ci stanno delle cose che anche quando credevi non si stanno rimettendo in moto. La cattiveria, la gelosia, la rabbia. Sono più che altro sinonimi di uno stesso paradigma.

Sono stufo e stanco, non voglio più aspettare. Non voglio più seguire un pensiero che non é più il mio. A quest’ora. A questa stessa ora, avrei avuto qualche chance in più.

A no?!

I caratteri scorrono veloci sulla tastiera, mi piacerebbe non essere così scontato, preferirei tornare a quei tempi in cui un piccolissimo sogno mi raddrizzava la giornata.

Ho imparato che a piccole realtà si sovrappongono altre piccole realtà e tutte le volte, non so come, lo vinco quel piccolo bisogno inaspettato di te.

Leggere tra le righe e commentare non é un obbligo, é un consiglio.

Leggere, leggere e rileggere.

Nessuno ti da ciò che vuoi come lo vuoi, te lo devi prendere.

A l’anarchia

A quanto tempo

A la saggezza

A fncl

I pensieri che frullano in testa, mi portano sempre e solo ad un’unica soluzione: l’invidia é massimamente distruttiva.

Reputo molto gravi alcune situazioni si siano create in passato e alcune persone credo siano andate oltre, troppo.

É ora di fare chiarezza!!

É come andare alla Ferrero o alla Coca-Cola e dirgli: o zio, vai, pretendiamo la ricetta segreta!!

Ma stiamo scherzando?!????!!!!?!

La morale del post di oggi é che: non vanno sottovalutati i problemi delle persone, perché potrebbero essere anche assai seri. E che tutti voi avete il diritto di provare alcune esperienze nella vita!! Ma, c’é un ma.

Mi arrogo il diritto di pretendere, stufo comunque di attendere.

Io sono uno di quelli che ci mette poco, veramente poco.

In 8 mesi sono in grado di cambiare le sorti del mio futuro in maniera radicale è radicata.

Oggi é il 9 Giugno, da Agosto si cambia radicalmente musica!!

Ci si riaggiorna ad Aprile 2021

3.008 Caratteri Spazi Inclusi

L'Impiegato In Carriera

"Una Vita Sola Non Basta"

11 risposte a "Giugno Duemila e Venti"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...